Unicorni di Atlantide: un viaggio sciamanico vite precedenti viaggio sciamanico unicorno unicorni di atlantide spiritualità spirito dell'unicorno sciamanesimo risveglio memoria di atlantide meditazione con gli unicorni meditazione canalizzata meditazione lo spirito di atlantide guide spirituali evoluzione spirituale canalizzazione atlantide
Viaggi Sciamanici

Unicorni di Atlantide: un viaggio sciamanico

La Meditazione degli Unicorni di Atlantide serve per:

  • ricevere un messaggio;
  • scoprire più cose su di te e sulle tue vite passate, soprattutto se vissute in Atlantide;
  • frequentare altre dimensioni, favorendo così l’espansione della coscienza;
  • creare una connessione con lo spirito dell’unicorno e con gli Unicorni di Atlantide.

Leggi attentamente la meditazione. Usa una traccia di tambureggiamento sciamanico, oppure usa il tuo tamburo.

Se vuoi, puoi anche far partire una musica strumentale, che sia adatta al tuo intento e che si addica al tema dell’unicorno.

Ed infine, mettiti in una posizione comoda. Chiudi gli occhi e goditi l’esperienza, facendo col pensiero del cuore quello che hai letto.

Non preoccuparti se non ricordi nel dettaglio. L’importante è seguire a grandi linee.

Meditazione degli Unicorni di Atlantide

Chiudo gli occhi. Ascolto il tambureggiamento, che mi porta verso uno stato di profondo rilassamento.

Ad un tratto mi appare un luogo. Può essere un luogo sconosciuto, eppure mi sento a casa. Oppure, può essere un luogo che ho già visto e che sento familiare, il mio luogo di potere. Unicorni di Atlantide: un viaggio sciamanico vite precedenti viaggio sciamanico unicorno unicorni di atlantide spiritualità spirito dell'unicorno sciamanesimo risveglio memoria di atlantide meditazione con gli unicorni meditazione canalizzata meditazione lo spirito di atlantide guide spirituali evoluzione spirituale canalizzazione atlantide

Vedo molti unicorni che lo abitano. Uno di loro si avvicina a me e mi dà il benvenuto.

Adesso posso decidere se esplorare questo luogo, se mi sento di farlo. Chiedo all’unicorno il permesso di poterlo fare. Ed oltre a questo, gli chiedo se ha un nome. Può decidere se rivelarmelo, oppure no.

Poi, con calma, gli chiedo se può portarmi su Atlantide.

Gentilmente, mi permette di salire su di lui e insieme ci libriamo nell’aria.

Le direzioni che può prendere sono principalmente due: scendere in basso o andare in alto, e virare liberamente. In questo modo può portarmi a destinazione.

Mi concedo il lusso di vivere questo momento, guardando la bellezza e l’armonia che mi circonda per prepararmi all’esperienza della rivelazione.

In lontananza, vedo finalmente Atlantide. Scendo a Poseidonia. Ringrazio l’unicorno che mi ha condotto/a sin qui, e vedo se ha qualcosa da dirmi. Oppure, può semplicemente andarsene o può anche decidere di aspettarmi per il ritorno.

Poi, mi guardo attorno e vedo che un altro meraviglioso unicorno mi guarda. Mi stava aspettando.

Sento che è come se mi stesse aspettando per lungo tempo.

Mi prendo del tempo, prima di avvicinarmi. Mi guardo attorno, e mi metto in ascolto delle mie sensazioni. Poi, mi avvicino all’unicorno.

Come consuetudine, chiedo se ha un nome, o come vuole essere chiamato. E, quando entrambi siamo pronti, salgo su di lui che sa già dove portarmi. Può decidere se volare o se proseguire via terra.

Partiamo. Usciamo dalla capitale e ci dirigiamo verso le montagne che circondano l’isola. Le aggiriamo in breve tempo.

Vedo la bellezza e la vastità dell’oceano. Mi accorgo che le montagne sono circondate a loro volta da raffinata sabbia bianca, che tocca l’oceano. Questa è la mia destinazione ultima. Sono qui.

Mi siedo sulla sabbia calda, mi metto in ascolto. “Cosa vuoi dirmi?” Chiedo allo spirito di questo luogo.

Guardo verso il mare, ed aspetto. So che deve accadere qualcosa di unico. Aspetto senza avvertire alcuna fretta.

La purezza di questo luogo, mi sta facendo vibrare della sua stessa energia. Mi sento in pace..

Poi, sento che dal mare, sta arrivando un’entità.

Unicorni di Atlantide: un viaggio sciamanico vite precedenti viaggio sciamanico unicorno unicorni di atlantide spiritualità spirito dell'unicorno sciamanesimo risveglio memoria di atlantide meditazione con gli unicorni meditazione canalizzata meditazione lo spirito di atlantide guide spirituali evoluzione spirituale canalizzazione atlantide

Può essere un altro unicorno, diverso dagli altri conosciuti in precedenza. Ma può essere anche qualcun’altro. Guardo senza aspettative.

Chiunque esso sia, sono consapevole che ha un messaggio per me.

Lui/lei si avvicina a me. Ascolto quello che ha da dirmi perché è molto importante per la mia evoluzione, per il mio risveglio, e per capire le attuali dinamiche della mia vita. Inoltre, posso porgli le domande che desidero.

Quando questa interazione finisce. Ringrazio lo spirito con il cuore e lo saluto.

Infine, faccio il viaggio a ritroso. Oppure, ci sarà un unico unicorno, che mi riporterà nel luogo iniziale, nel quale potrò risvegliarmi e tornare così nel qui ed ora.

Scrivo la mia esperienza per non dimenticarla, nel mio diario sciamanico.

 

 

Lascia un commento