Meditazione delle Stelle: le origini cosmiche & gli starseed vite precedenti viaggio sciamanico starseed spiritualità sciamanesimo origini cosmiche meditazione delle stelle meditazione canalizzata meditazione guide spirituali
Meditazioni

Meditazione delle Stelle: le origini cosmiche & gli starseed

La Meditazione delle Stelle serve per:

  1. sapere se sei uno starseed;
  2. conoscere le tue origini cosmiche;
  3. ricevere messaggi dagli esseri di luce;
  4. visitare il cosmo.

Leggi attentamente la meditazione. Se vuoi, fai partire una musica adatta. Può anche essere una traccia che ti dia la sensazione di essere nello spazio. Per aiutarti, puoi anche contemplare delle immagini di pianeti, galassie ecc…

Ed infine, mettiti in una posizione comoda. Chiudi gli occhi e goditi l’esperienza, facendo col pensiero del cuore quello che hai letto.

Non preoccuparti se non ricordi nel dettaglio. L’importante è seguire a grandi linee. Poi, man mano risulterà più facile.

Meditazione delle Stelle

Chiudo gli occhi. Ascolto la pace interiore che risiede dentro di me.

Dichiaro il mio intento, il motivo per il quale mi sto avventurando in questo viaggio, e chiedo al mio angelo custode, o al mio maestro spirituale, di assistermi e di proteggermi.

Quando mi sento pronto/a, porto l’attenzione sul cuore. Il cuore è la chiave che apre le porte dell’universo.

Posso decidere di visualizzare una vera e propria porta che mi conduce direttamente nello spazio, che apro grazie ad una chiave che esce dal mio cuore.

Oppure, posso teletrasportarmici utilizzando i flussi energetici, che mi tengono perennemente collegato/a al cosmo. Anche in questo caso, mi affido al cuore. Ascolto quello che mi dice.

Ed eccomi qui. Sono arrivato/a a destinazione. Da quassù la vista è meravigliosa.

Meditazione delle Stelle: le origini cosmiche & gli starseed vite precedenti viaggio sciamanico starseed spiritualità sciamanesimo origini cosmiche meditazione delle stelle meditazione canalizzata meditazione guide spirituali

Ricco di luci e di colori è il nostro universo. Mi prendo un attimo per contemplarlo, mettendomi in ascolto.

Potrebbe apparire una guida, in forma animale od umana, che mi accompagna nel mio viaggio.

Se non viene nessuno. Devo guardarmi bene intorno e andare dove mi indica il cuore.

Posso decidere di andare a visitare le stelle di una costellazione in particolare, come le pleiadi. Oppure posso visitare un pianeta che mi attira particolarmente, come giove o venere. Oppure posso andare a visitare il sole o la luna. Il mio cuore è la bussola che mi indica la direzione più adatta per la mia evoluzione.

Una volta che ho deciso, semplicemente vado e mi godo l’esperienza.

Nel luogo che ho scelto, posso incontrare degli esseri umanoidi. Posso fare loro delle domande o chiedere indicazioni. Se non rispondono, significa che non è ancora giunto il momento per me di trovare risposta, o forse questo non è il metodo adeguato. Solo il mio cuore lo sa.

Al contrario, possono rispondere telepaticamente oppure possono farmi vedere dei simboli, di cui ne ricercherò il significato. Posso anche fare delle meditazioni con i simboli che ricevo, poiché in essi vi sono dei messaggi.

Una volta che sento di aver terminato, porto l’attenzione sul cuore e mi concentro sul mio corpo fisico, muovendolo un po’ alla volta. In questo modo, ritorno senza fretta nel qui ed ora.

Oppure, posso decidere di visualizzare la porta che mi riconduce indietro. Ed è la scelta migliore, se all’inizio ho scelto questo metodo per arrivare qui.

Una volta che ho ripreso coscienza nella dimensione fisica, scrivo la mia esperienza per non dimenticarla.

 

 

 

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento