Lezione di yoga: la tranquillità della luna

    Chandra namaskara

    Lezione di yoga: la tranquillità della luna yoga vita spirituale tell me why stambasana sarvangasana saluto alla luna salute e benessere salute posizione delle ginocchia alle orecchie posizione della pinza posizione della mezza luna aperta posizione della candela posizione della barca posizione dell'aratro posizione del saluto posizione del pilastro perscorso spirituale pashimottanasana paripurna navasana namaskara mudra lezioni di yoga lezione di yoga karnapidasana individualità halasana guarire dallo stress esercizio spirituale esercizio equilibrio interiore equilibrio energia vitale chandra namaskara benessere asana ardhachandra purvottanasana applicare

    Anche il saluto alla luna ha una sequenza di dodici posizioni.

    Esistono diverse versioni di questo esercizio, trovate ed imparate quella che sentite più vostra. Io ve ne insegnerò due, questa è la prima ed è quella che preferisco.

    L’immagine sopra vi aiuterà a capire se state eseguendo correttamente. Ora:

    1. sedetevi e respirate profondamente, le gambe sono distese e la schiena è dritta, le mani sono unite all’altezza del cuore nella posizione del saluto, namaskara mudra;
    2. espirate, dopodiché inspirando portate sguardo e mani verso l’alto, nella posizione della mezza luna aperta, Ardhachandra purvottanasana;
    3. espirando, scendete con il busto ed allungate bene la schiena in avanti, le mani toccano i piedi ( oppure poggiatele dove arrivate). Questa è la posizione della pinza, Pashimottanasana;
    4. inspirando, portate leggermente indietro con il busto ed alzate le gambe, che rimarranno belle dritte (se non riuscite piegatele a 90°) e state in equilibrio sul coccige. Vi presento la posizione della barca, Paripurna Navasana;
    5. espirando, srotolate la colonna stando con le gambe dritte (o come riuscite) in Stambasana, la posizione del pilastro;
    6. poi, inspirate e sollevate il bacino, le gambe vanno verso l’alto. Poggiate le mani sulla schiena per aiutarvi a mantenere stabilità nella posizione della candela, Sarvangasana;
    7. espirate e portate le gambe al di là della testa, i piedi toccano terra (se non ce la fate inclinate leggermente le gambe e man mano che praticate portatevi sempre più giù). Questa è Halasana, la posizione dell’aratro;
    8. inspirando, afferrate le caviglie. Espirando, piegate le ginocchia ed avvicinatele alle orecchie, in appunto, Karnapidasana, la posizione delle ginocchia alle orecchie;
    9. inspirando, srotolate la colonna in avanti (o rotola sulla schiena se vai meglio, ma con attenzione), rimanendo in equilibrio sul coccige, perciò ritornando alla posizione della barca;
    10. espirando, appoggiate le gambe a terra, portatevi in avanti ed abbracciate i piedi, nella posizione della pinza;
    11. inspirando, sollevate le braccia verso l’alto, nella posizione della mezza luna aperta;
    12. infine, espirando, unite le piante dei piedi ed i palmi delle mani, rimanendo seduti. Posizione del saluto alla luna, chandra namaskara mudra.

    Salva

    Salva

    Salva

    Lascia un commento