Il gioco della mente: introduzione ai Fiori di Bach

La salute è nei fiori?

Il gioco della mente: introduzione ai Fiori di Bach vibrazione energetica tell me why salute tell me why online tell me why blog tell me why benessere tell me why stato d'animo squilibrio interiore sintomi salute e benessere salute rimedi di Bach perscorso spirituale percorso naturopatia malattia lezioni di yoga individualità floriterapia fiori di Bach esseri energetici energia nei fiori energia emozioni Edward Bach curarsi con i fiori cura consapevolezza campo energetico blog salute e benessere blog salute blog benessere Benessere e salute benessere armonia e disarmonia armonia

Edward Bach aveva un suo particolare concetto di malattia, riteneva che fosse il risultato di un pensiero e di un’azione sbagliata, che scompare solo quando questi due fattori trovano una stabilità. Da ciò potremmo dedurre che la disarmonia fra il corpo e la mente crea la malattia

Quindi potremmo anche dire che è la disarmonia in sé ad essere il sintomo che scatena poi i nostri malesseri.

Al giorno d’oggi, si parla di come la mente gioca un ruolo importante nella nostra vita. Difatti, posso tranquillamente affermare che, i pensieri negativi ci portano squilibrio e perciò hanno davvero il potere di far manifestare in noi qualcosa che ci fa stare male.

Pensate che, il nostro pianeta, è un vasto campo energetico pieno di vibrazioni, le quali noi captiamo come informazioni, ma inconsce, perché non ce ne accorgiamo.

Chi è sensibile energicamente, invece, può sentire qualcosa che qualche altro individuo definirebbe insolito.

Essendo che siamo fatti di energia pura, mandiamo a nostra volta delle informazioni sotto forma di vibrazioni a chi ci circonda. Come accade all’esterno così accade al nostro interno.

Bach però parlava di personalità. Infatti, pensava che esistesse uno stretto collegamento tra malattia e carattere del malato.

Voleva perciò “curare” gli stati d’animo peggiori che ricadono sul nostro essere e diventano così causa di piccoli malesseri che successivamente si trasformano in malattie più o meno gravi.

Per questo motivo creò i suoi rimedi. Ma cosa sono? E come agiscono?

Lui utilizzò dei fiori, in quanto stabilì che questi possiedono una vibrazione più alta di un ottava in confronto alle altre terapie vibrazionali.

Agiscono a livello sottile, perciò ripristinano le armonie da dove ha origine l’interferenza. La guarigione del corpo diventa così una conseguenza.

I dodici guaritori

Sono praticamente i fiori che contengono una vibrazione armonica tipica di una virtù da sviluppare.

Il numero dodici è un numero strettamente legato al ciclo completo.

Sono i mesi dell’anno, i segni dello zodiaco, le ore del giorno e della notte. Ma è anche il passaggio delle prove difficili.

Li vedremo uno per uno, intanto, ve li presento: 

  1. Agrimony: pace – irrequietezza;
  2. Centaury: forza – debolezza;
  3. Chicory: forza – costrizione;
  4. Cerato: saggezza – ignoranza;
  5. Clematis: dolcezza – indifferenza;
  6. Gentian: comprensione – dubbio;
  7. Impatiens: perdono – impazienza;
  8. Mimulus: compassione – paura;
  9. Rock Rose: coraggio – terrore;
  10. Scleranthus: risolutezza – indecisione;
  11. Vervain: tolleranza – fanatismo;
  12. Water Violet: gioia – dolore.

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

  • Amazon moda sconti!!

  • Fai informazione-social news