Depurazione: che cos’è, quando farla e perché

    Auto-curarsi, la miglior medicina del nostro tempo

    Depurazione: che cos'è, quando farla e perché tisana tell me why salute tell me why online tell me why medicina naturale tell me why blog tell me why benessere tell me why alimentazione tell me why salute psicofisica salute fisica salute e prevenzione salute rimedio naturale psiche percorso salute medicina naturale depurazione blog salute e benessere blog salute blog benessere blog Benessere e salute alimentazione naturale alimentazione e salute alimentazione e benessere alimentazione

    La depurazione elimina le scorie e tossine, favorendo così la rigenerazione dei tessuti.

    Essendo che, ogni giorno siamo a contatto con delle sostanze nocive le quali intossicano il corpo attraverso: alimentazione, farmaci, aria, smog e polveri, un buon ciclo di depurazione migliora la salute dell’intero organismo.

    Gli organi responsabili dell’espulsione delle sostenze di rifiuto si chiamano Emuntori e sono: pelle, polmoni, intestino, fegato, reni.

    Quindi la depurazione favorisce ed aiuta questi organi a lavorare meglio e riuscire così a depurarsi completamente.

    Facendo questo non solo si previene le malattie, ma ne agevola la guarigione.

    È consigliabile farlo una o due volte all’anno: in primavera e/o in autunno. Ossia, quando la natura muta e passa dal freddo al caldo, dal caldo al freddo.

    In quei momenti dovremmo seguire questo procedimento anche noi, per rianimarci e per “smaltire” le tossine accumulate, così da ripartire pieni di energia.

    Belle parole, ma in che modo?

    Depurazione: che cos'è, quando farla e perché tisana tell me why salute tell me why online tell me why medicina naturale tell me why blog tell me why benessere tell me why alimentazione tell me why salute psicofisica salute fisica salute e prevenzione salute rimedio naturale psiche percorso salute medicina naturale depurazione blog salute e benessere blog salute blog benessere blog Benessere e salute alimentazione naturale alimentazione e salute alimentazione e benessere alimentazione

    In realtà, fare una depurazione, è molto semplice ed è un procedimento che, a parer mio, non ha bisogno di particolari integratori. Anche perché, con una alimentazione adeguata ed con un salutare movimento fisico, possiamo ottenere dei risultati più che soddisfacenti.

    Allora, una buona depurazione la puoi fare integrando determinati cibi alla tua dieta, bevendo regolarmente centrifughe e tisane depurative, e facendo un po’ di attività tutti i giorni.

    Alcuni cibi da introdurre sono: finocchio, sedano, broccoli, asparagi, carciofo, cipolla, aglio, rucola, prezzemolo, radicchio, carota, kiwi, limone, mela.

    I quali sono ad alto tasso depurativo.

    Tuttavia, il segreto per una buona dieta depurativa non sta nel mangiare alcuni di questi cibi a caso ed ogni tanto, ma piuttosto, al come li inserisci nella dieta.

    Qui sotto ti metterò un esempio di dieta depurativa, così capirai qual è la giusta maniera di eseguirla e se ti piacerà potrai sbizzarrirti con le pietanze.

    Infine, durante il giorno bevi molta acqua e fai dai venti minuti fino un’ora di camminata, a piacimento (fai quello che puoi, senza sforzare il corpo).

    Mentre ti depuri mi raccomando di fare meno uso di: caffè, alcolici, fritture, carni e latticini (le ultime due è meglio non toglierle del tutto dalla dieta).

    Ricordo inoltre, che io posso consigliare ma non sono un medico. Quindi se sei in buona salute, non hai alcun tipo di problema nell’eseguire una depurazione, ma in caso soffrissi di qualche patologia, allora è meglio che prima ti rivolga ad un medico.

    Per bambini e anziani invece è sconsigliato.

    Esempio di dieta:

    Al mattino..

    Appena svegli bere un bicchiere di acqua naturale, e poi andare a fare una camminata.

    Una volta tornati a casa, fare colazione con una di queste opzioni:

    • mela e succo di frutta;
    • spremuta di arancia o limone oppure latte con cereali di fibre;
    • centrifuga di sedano, limone, mela;
    • succo di mela e frutta di stagione a piacere.

    È oppurtuno limitare il caffé.

    In caso di fame a metà mattinata, mangiare un frutto.

    Bere acqua sempre dopo i pasti, mai durante.

    A mezzogiorno:

    • risotto integrale di asparagi;
    • pasta integrale con pomodorini freschi e prezzemolo;
    • patate lesse con lenticchie;
    • insalatona con germogli di broccolo, cetrioli e pomodori.

    Se si avverte di aver mangiato troppo, bere una tisana al finocchio, il quale è altamente digestivo e andare a camminare almeno venti minuti.

    Per merenda:

    • tisana di tarassaco o di betulla, o di melissa, o di cardo mariano;
    • the verde giapponese caldo;
    • centrifuga di sedano, finocchio, mela, kiwi;

    Vanno bevuti amari e si possono accompagnare con dei biscotti secchi.

    A cena..

    Iniziare mangiando delle verdure crude verdi a piacere.

    Carne bianca o pesce accompagnati da un contorno a base di verdure, come radicchio, rucola, broccoli e da un buon vino.

    Alla sera è meglio mangiare presto, ossia prima delle 19.30 per favorire la digestione.

    Camminare prima di coricarsi è sempre una buona abitudine.

    N.B.

    Tutte le verdure e le spezie verdi sono altamente depurative.

    Salva

    Salva

    Salva

    Salva

    Lascia un commento