Cristalli: un viaggio nel fascino [diario & meditazione]

La prima pietra

Cristalli: un viaggio nel fascino [diario & meditazione] terzo chakra tell me why online tell me why blog tell me why benessere spiritualità selenite saluto alla luna salute e benessere quattro elementi quarzo neve plesso solare pietre. meditazione. cristalloterapia. yoga percorso spirituale occhio di tigre pietra meditazione della luna meditazione del sole meditazione con i quattro elementi lifestyle lezioni di yoga legge dell'attrazione giada parola cristalloterapia cristalli corniola chakra blog salute blog diario blog benessere biblioteca benessere aragonite ametista adventures

Andavo ancora alle superiori, quando io e una mia amica notammo, al collo di una mia compagna di classe, un particolare pendente. Incuriosite, le chiedemmo di cosa si trattasse. Ci raccontò che era una pietra e che possedeva delle proprietà energetiche. Affascinate da questa storia, decidemmo di andare a comperare la nostra personale pietra.

Nel negozio di oggetti mistici, vi era una ricca varietà di cristalli, sia liberi che incastonati in anelli e bracciali. Tra l’altro era lo stesso negozio in cui acquistai il mio primo mazzo di tarocchi, circa un anno prima, ma in quell’occasione non feci caso alle pietre.

La mia scelta si rivolse all’occhio di tigre. Non sapevo che tipo di proprietà avesse, però mi ispirava, sia per la forma e soprattutto per il colore.

Da quel giorno, sovente la portavo al collo per mezzo di una gabbietta, di quelle fatte a posta per riuscire a portare con se i propri cristalli.

Successivamente, lessi che possedeva anche la virtù di proteggere dal maligno. Questo fattore mi rimase impresso.

La sinfonia dei cristalli

Cristalli: un viaggio nel fascino [diario & meditazione] terzo chakra tell me why online tell me why blog tell me why benessere spiritualità selenite saluto alla luna salute e benessere quattro elementi quarzo neve plesso solare pietre. meditazione. cristalloterapia. yoga percorso spirituale occhio di tigre pietra meditazione della luna meditazione del sole meditazione con i quattro elementi lifestyle lezioni di yoga legge dell'attrazione giada parola cristalloterapia cristalli corniola chakra blog salute blog diario blog benessere biblioteca benessere aragonite ametista adventures

Non ci volle molto perché mi innamorassi del tema cristalli. Iniziai a informarmi su quali fossero le proprietà degli altri e come venivano utilizzate. Da avere una pietra sono passata ad averne una mini collezione. Si aggiunsero, l’ametista, la malachite, il turchese e tre tipi di quarzi, ialino, rosa e neve.

Mi piaceva indossarli, oppure li potavo in borsa, spesso dentro ad una pochette. Presi questa abitudine la presi da mia madre che faceva lo stesso con i suoi portafortuna. Diciamo che anch’io li consideravo speciali, un po’ come dei talismani. Questo fino a quando non mi venne regalato il mio amuleto, in Egitto. Quando tornai a casa, accantonai per un periodo i cristalli, finché non arrivò il momento di utilizzarli bene, circa un anno dopo, dall’inizio del mio percorso spirituale.

La svolta & la ricerca

Cristalli: un viaggio nel fascino [diario & meditazione] terzo chakra tell me why online tell me why blog tell me why benessere spiritualità selenite saluto alla luna salute e benessere quattro elementi quarzo neve plesso solare pietre. meditazione. cristalloterapia. yoga percorso spirituale occhio di tigre pietra meditazione della luna meditazione del sole meditazione con i quattro elementi lifestyle lezioni di yoga legge dell'attrazione giada parola cristalloterapia cristalli corniola chakra blog salute blog diario blog benessere biblioteca benessere aragonite ametista adventures

Avevo da poco ripreso in mano la legge dell’attrazione, molte cose erano cambiate nella mia vita. E sentivo di avere decisamente bisogno di una vacanza. Io e il mio ragazzo decidemmo quindi la destinazione: Rimini. Quell’estate ero fissatissima con le tartarughe marine e il colore arancione. Anche se questi dati, sembrano essere collocati in maniera errata, in verità rappresentano dei fattori interessante, i quali li scoprirò come tali tempo dopo. Infatti mi stavo avvicinando, a mia insaputa, verso gli archetipi degli animali e dei colori. Soprattutto quest’ultimi influenzeranno la mia scelta di nuovi cristalli, che avverrà proprio a Rimini.

Passeggiando una sera, per la città brulicante di luci e di fascino, i miei occhi s’illuminarono quando la mia attenzione si posò su una bancherella che vendeva ogni tipologia di pietre. Era la prima volta che vedevo così tanti cristalli tutti insieme, e mi fermai beh.. a farne scorta!

Le prime che tirai su furono la pietra del sole, la stella aragonite e l’ambra, le quali rimangono tutt’oggi le mie pietre preferite in assoluto. Poi fu il turno di tutte le altre..

La meditazione sole & luna con i cristalli

A questo punto siamo a casa di mia nonna, e io sfruttavo appieno il mio tempo nella pratica dello yoga e della meditazione. In alcune sessioni, utilizzavo anche i cristalli e li sceglievo a seconda del lavoro che dovevo fare. Oltre alla meditazione settimanale con i quattro elementi, eseguivo anche quella giornaliera con il sole e quella mensile con la luna.

 

La meditazione del sole l’ho tanto praticata soprattutto nei mesi primaverili ed estivi, all’aperto.

Cristalli: un viaggio nel fascino [diario & meditazione] terzo chakra tell me why online tell me why blog tell me why benessere spiritualità selenite saluto alla luna salute e benessere quattro elementi quarzo neve plesso solare pietre. meditazione. cristalloterapia. yoga percorso spirituale occhio di tigre pietra meditazione della luna meditazione del sole meditazione con i quattro elementi lifestyle lezioni di yoga legge dell'attrazione giada parola cristalloterapia cristalli corniola chakra blog salute blog diario blog benessere biblioteca benessere aragonite ametista adventures

Prima delle nove di mattina, mi mettevo a gambe incrociate in direzione del sole, tenevo le mani morbide e unite che avvolgevano la pietra del sole (o, in alternativa, stella aragonite, corniola, ed ambra). Mi concentravo sull’energia della pietra, poi trasferivo la mia attenzione sul calore del sole dopodiché abbandonavo ogni controllo mentale godendomi così il processo. Di solito passava un’ora.

Questo tipo di meditazione mi ha aiutata a riconnettermi con la mia parte solare, la quale tenevo nascosta da insicurezze e paure. Stavo ancora cercando la mia strada nella professione, aspetto prettamente materiale e razionale che rifiutavo, situazione anch’essa legata al sole.

In poche parole, la meditazione con il sole l’ho trovata utile per equilibrarmi energeticamente, anche a livello di chakra (plesso solare), oltre che mentalmente.

Nelle notti di luna piena, provvedevo a farmi prima un bagno caldo per rilasciare le energie basse, poi eseguivo due e tre volte il saluto alla luna (serie di posizioni yoga) e dedicavo una ventina di minuti alla meditazione con la luna. Al tempo, dalla finestra della mia stanza si poteva ammirare la luna, quindi mi posizionavo davanti ad essa sempre a gambe incrociate, le mani unite avvolgevano la pietra di luna (in alternativa, selenite). Ero il tipo che si rifugiava nella profondità di emozioni e di sentimenti e nella spiritualità. Mi piaceva il contatto con la luna, mi faceva sentire bene. Dunque non facevo questa meditazione per trovare equilibrio con questo aspetto, ma piuttosto per rafforzarmi a livello psichico ed energetico (terzo occhio, chakra), e per sentirmi vicina alla mia parte intuitiva.

Lascia un commento